la sclerosi multipla

Risultati presentati al Congresso Nazionale

La sperimentazione, che è stata condotta su due casi di sclerosi multipla diagnosticata  per entrambi nei primi anni 90 e per i quali la patologia ha determinato dei danni motori invalidanti progressivi ( incapacità di deambulare autonomamente con necessità di accompagno continuo) nonostante continuassero in questi anni a fare delle terapie convenzionali nonchè una fisioterapia specifica giornaliera, ha dato dei risultati che possono considerarsi incredibili e indiscutibili, tali da far commuovere non solo i presenti al congresso ma le stesse due persone che hanno liberamente accettato di partecipare alla sperimentazione!
I miglioramenti, che per uno dei due casi ha portato alla piena autonomia di movimento, sono stati evidenziati grazie alla presenza delle due stesse persone e da un video girato per entrambe nel quale si può facilmente evincere il prima – durante e il dopo trattamento.

SPERIMENTAZIONE

ROMA
1 STEP | 4/11/2019

Il giorno 4 novembre 2019 è iniziata la sperimentazione a Roma sui primi volontari affetti da sclerosi multipla. Dopo alcuni mesi di febbrile organizzazione da parte dello staff dell’Omeosinergia, Pierfrancesco Felici, Anna Strada e Rossella Arioli, coordinatrice, con la supervisione del Dottor Luigi Marcello Monsellato, il Trainer Omeosinergetico Giovanna Pantaleo, la Dott.ssa Luisa Evangelista Conocchia ed il Dottor Fabrizio Russo hanno iniziato la sperimentazione che terminerà nel giugno 2020.
I primi giorni sono stati vissuti con un po’ di difficoltà da parte dei pazienti nel cogliere il senso e la modalità del lavoro da svolgere insieme ai Trainer. Giorno dopo giorno è stato più facile capire l’obiettivo del metodo e cominciare ad applicarlo.
Un grande grazie a Trainer, volontari e parenti per l’impegno, la tenacia e l’entusiasmo che ognuno ha profuso: un gruppo di persone, ognuno con il proprio compito, ha dato il meglio di sé per raggiungere un risultato. Abbiamo appena iniziato.

2 STEP | 29/02/2020

Finisce con febbraio il secondo blocco della sperimentazione della sclerosi multipla a Roma. L’impegno da parte dei partecipanti è cambiato: nonostante i visi siano più luminosi e distesi, la difficoltà aumenta e se ne stanno rendendo conto. Il puzzle si sta componendo: tanti modi di essere si avvicendano, le emozioni hanno finalmente un senso e nessuno vuole più controllarle, gli schemi rigidi e immutabili vengono finalmente riconosciuti, alle vecchie abitudini ne vengono aggiunte delle nuove.
Emerge chiaramente la propria rigidità e viene vissuta con dolcezza, con compassione. Con l’aumentare della tolleranza, dell’apertura di visione, della accoglienza aumenta anche l’elasticità e la morbidezza nel fisico. Alcuni percepiscono calore in parti o addirittura in tutto il corpo, altri morbidezza negli arti, alcuni hanno acquisito maggiore equilibrio, altri hanno modificato la postura, oppure qualcuno dopo 18 anni è andato da solo a comprare il pane. Il percorso è ancora lungo e impegnativo ma per coloro che hanno deciso di proseguire i risultati stanno arrivando. La notizia incredibile è che non si può tornare indietro, ora non rimane altro che vivere responsabilmente e pienamente giorno dopo giorno.

3 STEP | Continuazione della sperimentazione in streaming (Emergenza COVID-19)

L’emergenza Covid 19 ci ha tenuti separati dai pazienti e per un attimo abbiamo temuto che tutto il lavoro svolto fino a quel momento andasse in fumo. Poi, chiamiamola resilienza, tenacia o entusiasmo, ci siamo risollevati dalle ceneri e come tante fenici abbiamo iniziamo a lavorare in modalità remota. Ci sembrava tutto complicato ed apparentemente impossibile ma, grazie all’intervento di Giovanna Pantaleo che ha messo a punto la respirazione omeosinergetica in modalità “a distanza”, siamo stati in grado di lavorare con tutti e quattro gli strumenti omeosinergetici. Gli impedimenti sono stati tanti e andavano dalla poca capacità della linea, alla difficoltà di movimento di alcuni, alla interferenza di giovani e irrefrenabili figli o nipoti dei pazienti. Poco a poco ci siamo adattati al nuovo modo di interagire e di lavorare e, grazie alla difficoltà data dal confinamento, i pazienti hanno potuto riconoscere le proprie rigidità e limitazioni causate dai vecchi schemi mentali pur trovandosi in una situazione mai sperimentata prima.

4 STEP

Le sedute da remoto sono proseguite fino alla fine della sperimentazione ma, come affermano quasi tutti i pazienti, il percorso di consapevolezza e di responsabilizzazione personale é soltanto all’inizio. Ora questi coraggiosi “portatori sani di sclerosi multipla” conoscono la perfezione del tutto che si sviluppa grazie alla vita, la perfezione delle parti sia di serie A che di serie B dell’essere umano ed hanno acquisito un punto di vista diverso nei confronti della loro vita e di loro stessi.
Ora non ci resta che aspettare i risultati della valutazione neurologia di fine sperimentazione.

CASSINO
1 STEP | 29/01/2020

Continua imperterrito il lavoro dei nostri Medici e Trainer Omeosinergetici per la sperimentazione sulla Sclerosi Multipla. Oggi siamo a Cassino (FR), presso il Centro Medico Ruo. Siamo giunti al termine del primo step, svolto con grande tenacia e dedizione. I pazienti, con costanza, seguono le modalità di lavoro del metodo. Ringraziamo i Trainer, volontari e parenti per l’impegno, convinti di aver intrapreso la strada giusta grazie ai bei risultati ottenuti fino ad ora.

2 STEP

Terminato il secondo blocco della sperimentazione della sclerosi multipla a Cassino. I partecipanti iniziano a capire e comprendere le chiavi di lettura che i nostri Trainer propongono. Il modo di vivere e soprattutto di vedere le cose, sta cambiando. Lavorando sulle emozioni, comportamenti e carattere, i ragazzi si stanno spogliando dai vecchi schemi rigidi e dalle vecchie abitudini e passo dopo passo iniziano a riconoscersi ed entrare nel nuovo. Le difficoltà sono tante ed il lavoro diventa sempre più intenso, ma la determinazione, la serietà e la costanza sono le chiavi di questo percorso. Il fisico si ammorbidisce e si riacquistano alcuni movimenti che nel tempo erano andati perduti. Il percorso è ancora lungo e impegnativo ma per coloro che hanno deciso di proseguire i risultati stanno arrivando.

3 STEP | Continuazione della sperimentazione in streaming (Emergenza COVID-19)

L’emergenza Covid 19 ci ha tenuti separati dai pazienti e per un attimo abbiamo temuto che tutto il lavoro svolto fino a quel momento andasse in fumo. Poi, chiamiamola resilienza, tenacia o entusiasmo, ci siamo risollevati dalle ceneri e come tante fenici abbiamo iniziamo a lavorare in modalità remota. Ci sembrava tutto complicato ed apparentemente impossibile ma, grazie all’intervento di Giovanna Pantaleo che ha messo a punto la respirazione omeosinergetica in modalità “a distanza”, siamo stati in grado di lavorare con tutti e quattro gli strumenti omeosinergetici. Gli impedimenti sono stati tanti e andavano dalla poca capacità della linea, alla difficoltà di movimento di alcuni, alla interferenza di giovani e irrefrenabili figli o nipoti dei pazienti. Poco a poco ci siamo adattati al nuovo modo di interagire e di lavorare e, grazie alla difficoltà data dal confinamento, i pazienti hanno potuto riconoscere le proprie rigidità e limitazioni causate dai vecchi schemi mentali pur trovandosi in una situazione mai sperimentata prima.

4 STEP

Le sedute da remoto sono proseguite fino alla fine della sperimentazione ma, come affermano quasi tutti i pazienti, il percorso di consapevolezza e di responsabilizzazione personale é soltanto all’inizio. Ora questi coraggiosi “portatori sani di sclerosi multipla” conoscono la perfezione del tutto che si sviluppa grazie alla vita, la perfezione delle parti sia di serie A che di serie B dell’essere umano ed hanno acquisito un punto di vista diverso nei confronti della loro vita e di loro stessi.
Ora non ci resta che aspettare i risultati della valutazione neurologia di fine sperimentazione.

A tutti i partecipanti, ai loro cari, allo staff ed ai trainer dell’Omeosinergia,
Grazie e Buona vita

Video